Sunak cerca di mettersi al passo con il violento attacco ai laburisti nel primo dibattito televisivo

Il Primo Ministro in carica si comportava come un rivale, e il rivale voleva apparire più simile a un Primo Ministro. Martedì sera il primo dei due dibattiti televisivi tra i candidati al primo ministro è stato acceso e astioso e ha visto numerosi attacchi personali. Il leader conservatore Rishi Sunak continuava a ripeterlo: con il partito laburista, le tasse nel Regno Unito aumentano. Per un importo di £ 2.000 per famiglia. “È nel loro DNA.” In questo modo cercò di piantare nella mente degli inglesi che la vita sarebbe diventata più costosa sotto i socialdemocratici.

Il leader laburista Keir Starmer ha giocato una carta diversa su ITV. Il Regno Unito ha bisogno di un cambiamento: i quattordici anni al potere del Partito conservatore hanno lasciato il Paese nello sbando e profondamente diviso. “Questo governo ha perso completamente il controllo”.

Perché il Regno Unito non è affatto in buona forma”, ha detto Starmer. L’economia non funziona, i piani per inviare migranti in Ruanda sono costosi e inefficaci e il sistema sanitario nazionale – il sistema sanitario nazionale – è “in condizioni molto peggiori di quando è iniziato”, con gravi carenze di personale e lunghe liste di attesa. Ha negato categoricamente che ci fosse la minaccia di un aumento delle tasse di 2.000 sterline, lasciando la decisione ai conservatori.

Così si è svolto il dibattito nelle prime due settimane di campagna elettorale, dopo l'inaspettato annuncio del primo ministro Sunak che le elezioni non si sarebbero svolte in autunno ma il 4 luglio. Calore. Il Partito conservatore di Sunak è molto indietro, con circa il 45% degli elettori che sembrano scegliere i laburisti e il 23% per i conservatori. Questa settimana, Sunak ha dovuto affrontare anche un formidabile sfidante a destra: il populista di destra Nigel Farage ha annunciato che si candiderà per il Partito riformista e diventerà nuovamente leader del partito.

READ  La scelta tra cooperazione e annientamento

Leggi anche
Cattive notizie per il Partito conservatore: Nigel Farage si unisce alla mischia elettorale nel Regno Unito

Quindi Sunak deve resistere. Ha voluto discutere con Starmer sei volte, solo per rifiutare e andarsene due volte. Il Primo Ministro ha una strategia chiara: presentare il Labour come un partito che ha pochi piani concreti, spenderà molti soldi e quindi aumenterà le tasse in modo significativo. Per quanto riguarda l'immigrazione – tema importante della campagna – ha “almeno un piano”: trasportare su barche verso il Ruanda i profughi che ogni anno, decine di migliaia, attraversano la Manica. Ha gridato al leader laburista: “Forse non ti piacerà, ma qual è il tuo piano?”

Non ha funzionato del tutto. Starmer ha affermato che si tratta di contrastare la tratta di esseri umani. “Dobbiamo distruggere le bande che gestiscono questo vile commercio”. In un altro punto, non ha nemmeno risposto con forza a una domanda ben congegnata di Sunak: cosa deve fare Starmer per colpire i giovani medici che chiedono un aumento di stipendio del 35%, cosa che causerebbe un grave problema di bilancio? Negoziare. “Non ci stai nemmeno provando”, ha mormorato Starmer, che non ha mai sostenuto i medici in sciopero nell'ultimo anno.

“Giocatore stimato”

Il leader laburista ha avuto un momento importante per quanto riguarda il diritto internazionale. Sunak ha detto che metterebbe da parte questo aspetto se fosse in gioco la sicurezza nazionale, ad esempio, se l’accordo sul Ruanda fosse bloccato dalla Corte europea dei diritti dell’uomo. Starmer lo ha fermamente rifiutato. Sotto il suo regno, il Regno Unito rimarrà “un attore rispettato sulla scena mondiale, non un paria”.

READ  "Lo zio ha ucciso una ragazza di Anversa ricercata per contrabbando di cocaina"

La strategia offensiva di Sunak offre ancora opportunità di rimonta? La maggior parte degli analisti ritiene che il divario non possa essere colmato. Secondo un rapido sondaggio di YouGov, Sunak ha vinto il dibattito con un margine ristretto: il 51% degli spettatori pensava che fosse più forte. Gli spettatori si fidano di più di Starmer e lo trovano più comprensivo.

I media britannici erano leggermente più contenti di Sunak, anche se c’è una grande differenza se si tratta di media di destra o di sinistra. Il titolo diceva: “Starmer ha sospeso un aumento delle tasse di oltre £ 2.000”. Il quotidiano Telegraph Mercoledì mattina. “Sunak è riuscito nel suo primo dibattito televisivo“, così il Sole. Un sondaggio scandalistico ha mostrato che gli elettori conservatori hanno apprezzato l'approccio di Sunak – con il 60% che lo ha dichiarato vincitore – ma tra tutti gli elettori, il 53% pensa ancora che Starmer abbia fatto un lavoro migliore, rispetto al 33% di Sunak.

volteL’editorialista Matthew Paris ha assunto una posizione più neutrale: “Gli elettori britannici non sono interessati a Rishi Sunak ma non sono convinti nemmeno di Sir Keir Starmer”.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24