De Wolf vuole rescindere il contratto: “De Kuip è la mia seconda casa”

John De Wolfe resta al Feyenoord. Diversi membri dello staff stanno seguendo l'allenatore Arne Sloat al Liverpool, ma l'attuale vice allenatore del Rotterdam non vuole lasciare De Kuyp. De Wolf preferisce concludere integralmente il suo attuale contratto fino alla metà del 2027.

“Penso che il nuovo allenatore avrà qualcosa da chiedermi”, ha riso De Wolf nel nuovo podcast del Feyenoord. Si prevede che anche il vice allenatore ricoprirà lo stesso ruolo nel nuovo staff tecnico. “Il mio ruolo è sullo sfondo, non in primo piano. Sono stato abbastanza avanti come calciatore e mi piace molto.

L'ex calciatore prosegue: “Ho ancora un contratto di tre anni, poi compirò 64 anni”. ''Quando ci penso mi fa male lo stomaco. Devi continuare a guardarti allo specchio, ma sono orgoglioso e felice di aver prolungato il mio contratto un anno e mezzo fa. Allora guarderemo oltre. “Mi piacerebbe continuare a fare qualcosa di bello per il club”.

''De Kuip è in realtà la mia seconda casa, è qui che appartengo. Questo è quello che si prova. A dicembre compirò 62 anni e mi viene ancora la pelle d'oca quando ogni giorno passo il ponte Brennord e vedo De Kuyp. Quali sentimenti evoca? Di tutto e, naturalmente, tanti bei momenti. Quando ero molto giovane andai al Feyenoord con mio padre”.

DeWolf specula sul suo futuro nel podcast. Penso che anche lo scouting sia una cosa, ma sto parlando di tre anni ormai. Non che ci stia ancora lavorando. C'è tanto talento là fuori, soprattutto nella divisione Kitchen Champion. Proprio come ho fatto con i dilettanti. Da allenatore andavo spesso dal giocatore stesso e questo ha fatto la differenza”.

READ  La star della Coppa del Mondo Esmee Brugts lascia il PSV e realizza il suo ultimo sogno

Portello posteriore
Il Feyenoord è ora impegnato a cercare un successore per l'allenatore Arne Slott. De Wolf parla regolarmente di questo argomento con il direttore generale Dennis te Kloese. Ho piena fiducia nella società e nelle persone che devono decidere su questa vicenda. Non ho un'opinione al riguardo, ma parlo molto con Dennis. Trovo molto difficile votare, ma indico ciò che mi piacerebbe vedere. L'erede ideale? Non faccio nomi, ma qualcuno ha il calcio offensivo. “Continuare questa tendenza giocando un calcio offensivo e attraente”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24