VVD a Bruxelles: il costoso fondo di recupero Corona ha fallito

Il Fondo europeo per la ripresa dal coronavirus sembra una buona idea, ma è molto deludente. La scatola sembra essere popolare in alcuni paesi ed è anche molto più costosa. Questo è quanto scrive un deputato del Parlamento europeo Carolyn Nagtigall (VVD) nel parere presentato.

Tre anni fa è stato lanciato il Fondo europeo per la ripresa dal coronavirus. Sono stati stanziati almeno 800 miliardi di euro per evitare che l’economia europea sprofondi nel pantano dovuto al Corona. L’atmosfera di crisi ha significato rompere i tabù, consentendo per la prima volta all’Europa di prendere in prestito denaro dai mercati dei capitali. Una decisione senza precedenti per l’epoca, che portò ad una maggiore fiducia nell’economia e nella politica. Ma dopo, tutto è abbastanza deludente.

È recentemente emerso che l’UE sta spendendo almeno altri 19 miliardi di euro (!) in costi di interessi per il fondo. È così.

Per investire 800 miliardi di dollari nell’economia, l’Europa deve prima prendere in prestito questa somma dai mercati dei capitali. Quando il fondo era ancora in fase di costituzione, i tassi di interesse erano molto bassi e l’Europa poteva prendere in prestito questi soldi a buon mercato. Ma Bruxelles non ha incassato l’intero importo al tasso di interesse basso dell’epoca. Inoltre non hanno tenuto conto del fatto che i tassi di interesse potrebbero aumentare. Ora i tassi di interesse sono stati aumentati in modo significativo, causando un forte aumento dei costi dei fondi per prendere in prestito l’Europa.

Quest’estate è stata introdotta questa costosa banconota da 19 miliardi di dollari. Soldi che gli Stati membri devono sborsare. È una battuta d’arresto fastidiosa se si preferisce investire quei soldi per aiutare i cittadini e le imprese nella transizione energetica o nella lotta alla povertà. Sarebbe quindi positivo che il Comitato tentasse di risolvere questo intoppo entro gli attuali limiti di bilancio. Ciò non dovrebbe essere preso sul serio in Europa. Inoltre, le famiglie non possono prelevare gratuitamente dalla banca se il loro conto è vuoto.

READ  Al nuovo BadaBing di Domplein si respira l'atmosfera americana, italiana e britannica

È desolante che le cose stiano peggiorando in Italia per quanto riguarda il Corona Recovery Fund

Inoltre, ora sembra che i miliardi spesi non sempre finiscano bene. Ad esempio, l’Italia, uno dei maggiori beneficiari del fondo con oltre 190 miliardi di dollari, prevede di spendere milioni europei per gli stadi di calcio di Firenze e Venezia. Errore di calcolo? Probabilmente no, perché anche agli italiani è piaciuto il nuovo alloggio per gli studenti Può essere pagato da Bruxelles.

Ho presentato interrogazioni scritte su questo argomento alla Commissione europea. Fortunatamente, l’Europa è riuscita a recuperare in tempo e i pagamenti all’Italia sono stati temporaneamente sospesi per un lungo periodo. Ma questi esempi sollevano la questione su cosa il governo italiano stia spendendo miliardi. Essendo il maggiore beneficiario, l’Italia ha la responsabilità speciale di dimostrare che i fondi europei vengono spesi in modo efficiente. È molto doloroso quando le cose vanno male in questo paese.

In altri Stati membri c’è poco interesse a richiedere fondi al Fondo per la ripresa del coronavirus. Naturalmente, i paesi non si limitano a lasciare il denaro gratis sul tavolo. Quindi la parte della donazione è stata richiesta molto rapidamente. Ma la parte da prendere in prestito è molto meno popolare. Ciò è in parte dovuto al fatto che paesi come i Paesi Bassi possono prendere in prestito molto più a buon mercato rispetto all’Europa. Ad oggi sono stati pagati e investiti solo 154 miliardi di euro.

Riparazioni per soldi dal Fondo

Fortunatamente, al momento dell’introduzione del fondo, il governo olandese ha stabilito che circa la metà delle risorse disponibili siano costituite da prestiti e che non tutti gli 800 miliardi di dollari siano donazioni. Di conseguenza, gli Stati membri sono solitamente più attenti nel trattare i progetti finanziati, perché si rendono conto che devono anche essere rimborsati.

READ  Sport Court: Leverkusen quasi sicuro di CL, il Betis vede sparire alla vista milioni di palloni | gli sport

È anche positivo che, in cambio del denaro per la ripresa, i paesi debbano intraprendere riforme strutturali, diventare più sostenibili e continuare la trasformazione digitale. Ciò andrà a beneficio dell’economia del futuro. Ad esempio, investendo in stazioni di ricarica per rendere più attrattiva la guida elettrica. Il mio cuore di trasporto ti accoglie così calorosamente.

Il Corona Recovery Fund non è necessario per molti paesi

Possiamo concludere che il Corona Recovery Fund ha fallito sotto molti aspetti. Sì, ha portato cose positive, come ulteriori investimenti nelle infrastrutture, nell’innovazione e nel mercato del lavoro. Sì, l’annuncio del fondo ha contribuito a ripristinare la fiducia nell’economia. Ma i prestiti si sono rivelati inutili per molti paesi.

Molte risorse disponibili sono ancora alla ricerca di una destinazione e il conto finale è molto più alto del previsto. I soldi spesi non sempre finiscono bene. Il Corona Recovery Fund è un esperimento fallito. Certamente non dovremmo usarlo come modello per il futuro.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24