WB Il ciclocross sulle nevi della Val di Sole dovrebbe diventare un trampolino di lancio per le Olimpiadi Invernali

WB Il ciclocross sulle nevi della Val di Sole dovrebbe diventare un trampolino di lancio per le Olimpiadi Invernali

Il 12 dicembre 2021 potrebbe essere un giorno significativo nella storia del ciclocross. La Coppa del Mondo in Val di Sole – sulla neve – dovrebbe diventare un’immagine promozionale nei confronti del Cio (Comitato Olimpico Internazionale). Motivato a introdurre lo sport alle Olimpiadi invernali. Sfortunatamente, ci sono un certo numero di topper che vengono esentati.

Elie Esperbet ci ha detto qualche settimana fa: “Sento il cambiamento. Non è un caso che le UCI Classics e le Flanders Classics organizzino quest’anno il World Cup Tour in Val di Sole. Se il ciclocross diventerà mai un Olimpiadi, dovrà essere sulla neve. E nei Giochi invernali. Quindi Val de Sol è un buon inizio”.

Thomas van den Spiegel, CEO di Flanders Classic, che sarà responsabile dell’organizzazione della Coppa del Mondo nei prossimi anni, conferma questa intenzione. “Stiamo già puntando a una pista – artificiale o meno – che nevica e speriamo che il presidente del CIO Thomas Bach (che ha un buon rapporto con l’UCI, editore) stia a guardare”.

Avere un forte campo di partecipanti è importante anche se vuoi fare una buona impressione come sindacato. Ad ogni modo, nel classico delle Fiandre, hanno già la certezza di condividere i toppers Wout van Aert, Tom Pidcock, Eli Iserbyt, Quinten Hermans e Marianne Vos. Manca Van der Poel, ma è ancora in allenamento con la squadra Alpecin-Fenix ​​Road e non inizierà la sua stagione di cross fino a tardi.

Anche non Alvarado
Ma lo scorso fine settimana, è diventato chiaro che c’erano molti altri assenti significativi. Lawrence Swick rimane in dubbio. Il campione europeo Lars van der Haar e Ton Aerts e il campione del mondo Lucinda Brand manderanno sicuramente i loro gatti sulle Alpi italiane. Inoltre, Celine del Carmen Alvarado non sarà presente.

Passano dalla Val di Sole anche Lucinda Brand e Ceylin del Carmen Alvarado – Foto: Cor Vos © 2021

“Molto sfortunato”, sospira Van den Spiegel. “Questa è la cosa più innovativa che il ciclismo abbia conosciuto negli ultimi anni. Quindi speravamo che tutti facessero la loro parte. Peccato che Baloise-Trek, dopo tutti gli attori importanti di questo sport, abbia aggiunto il suo periodo di allenamento e far passare collettivamente la Val de Sole”.

READ  Boxing Association chiede alla McLaren di indagare sulla corruzione | sport

“Non deve essere un dramma ora”, lo mette in prospettiva van den Spiegel. “In ogni caso abbiamo un forte campo di partecipanti, sia uomini che donne. Ma la moto in Val di Sole è un’occasione unica per prendere posizione con il ciclocross. Posso solo sperare che qualcuno continui a mettere questo croce nella loro agenda.”

Nys: “Ogni anno in questo periodo in stage”
Tuttavia, il team manager della Baloise-Trek Sven Ness afferma che le date degli allenamenti sono state stabilite. “Sono stati prenotati hotel e biglietti aerei. Quindi per noi questo è irreversibile. Ma questo è ovviamente il risultato della congestione del calendario. E abbiamo la nostra formazione ogni anno durante questo periodo. Un campo di addestramento è necessario nella seconda parte del inverno. In questo modo speriamo di essere più moderni all’inizio del Mondiale”.

Ness dice che si rende conto che non li rende felici nei classici delle Fiandre. “La Val di Sole ha anche lo svantaggio che sabato è previsto un crossover non classificato con Essen. Se spostassimo la nostra tappa di una settimana, perderemmo due gare di classifica. Ora solo uno. È un peccato che si tratti solo della Val de Sol”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24