Il sistema di Louis van Gaal va nella spazzatura


Lunedì 23 gennaio 2023 alle 13:18
Jeroen Van Poppel• Ultimo aggiornamento: 13:30

Ronald Koeman giocherà con il vecchio 4-3-3 della nazionale olandese, come ha chiarito il nuovo Ct durante la sua presentazione. Koeman ha seguito con interesse il recente periodo di Louis van Gaal, ma non vuole continuare con il sistema a cinque difensori che gli Orange hanno utilizzato ai Mondiali. “In linea di principio, torneremo al sistema che abbiamo utilizzato per i primi due anni”, ha detto Koeman a Zeist.

“Sono stato un allenatore a volte che cambia il suo sistema, ma la regola sarà con quattro difensori, non con tre o cinque”, dice Koeman forte e chiaro. Gli Orange sono rimasti bloccati contro l’Argentina nei quarti di finale della Coppa del Mondo in Qatar. “Ho seguito la Coppa del Mondo con grande interesse, in particolare la nazionale olandese”, afferma Koeman. “Ero curioso di sapere come si sarebbe manifestato il sistema.”

“Ovviamente ne avevo già un’idea con le partite di qualificazione, con tanti buoni risultati. Ho anche guardato il modo in cui giochiamo in altri paesi. Alla Francia, per esempio, perché è il nostro primo avversario a marzo. anche mente, come vorresti riempirlo con la tua squadra. “Quindi in linea di principio sarebbe un 4-3-3, anche se Koeman non è un avversario 5-3-2”. L’ho suonato anche a lungo a Barcellona nel primo periodo.

Koeman ha già provato questo sistema nella squadra olandese. “E poi abbiamo anche attraversato la corsa alle quattro partite di esibizione, dove abbiamo anche giocato 5-3-2, o come vuoi chiamarlo. E poi l’abbiamo analizzato. Abbiamo avuto problemi in un certo numero di partite su quei quattro: hai spesso un uomo dietro, ti manca E in quel periodo anche Ajax e PSV giocavano molto bene, e avevamo molti giocatori di quei club. Koeman afferma che anche Ajax e PSV utilizzano un sistema 4-3-3, a cui i giocatori sono abituati.

READ  La Red Bull non capisce da dove provenga la velocità "assolutamente fantastica" della Mercedes

Koeman ha aperto, dopo aver firmato il suo contratto davanti alle telecamere, “Benvenuti a tutti”. “Mi sono presentato dove non conoscevo la strada. Mi sembra di tornare a casa qui. Sarà un po’ più facile trovare la strada, perché so come la voglio. La scelta è cambiata poco a poco, ma ci sono tanti ragazzi con cui abbiamo lavorato tra il 2018 e il 2020. Questo lavoro è un lavoro onorario, credo di averlo detto nella mia presentazione nel 2018. Sono felice e orgoglioso di avere nuovamente questa opportunità”.

Koeman ha iniziato il suo secondo mandato come allenatore della nazionale olandese. In precedenza, è stato alla guida della KNVB tra febbraio 2018 e agosto 2020, dopodiché è stato costretto a partire per il Barcellona a causa di una clausola del suo contratto. Frank de Boer ha preso il comando e si è diretto al Campionato Europeo 2020 con l’Orange, che si è svolto nel 2021 a causa di Corona, e dopo la dolorosa eliminazione contro la Repubblica Ceca agli ottavi, de Boer è stato esonerato, dopodiché Van Gaal è diventato un allenatore nazionale.

Orange si sta preparando per un nuovo turno di qualificazione per il Campionato Europeo. La prima partita, venerdì 24 marzo, è stata subito un crack, con il capogruppo in visita in Francia. Tre giorni dopo, è arrivata una partita casalinga contro Gibilterra a De Kuip. A giugno gli Orange giocheranno la Final Four della Nations League, alla quale si sono qualificate anche Croazia, Italia e Spagna. Proseguono a settembre le qualificazioni per l’Europeo.


READ  “Origi è il miglior giocatore in allenamento, e ha ancora abbastanza pazienza per Di Kitelari” | Serie A italiana

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24