Indici in verde dopo i PMI manifatturieri – 1 dicembre 2023 12:18

(Alliance News) – I mercati azionari europei sono rimasti positivi a metà sessione venerdì dopo la pubblicazione dei PMI manifatturieri, ancora una volta inferiori nella zona euro e nei principali paesi del Vecchio Continente.

Ad esempio, l’indice FTSE Mib è salito dello 0,5% a 29.879,19, l’indice delle mid cap è salito dello 0,5% a 42.157,24, l’indice delle small cap è salito dello 0,3% a 26.104,29, mentre l’indice di crescita dell’Italia è salito dello 0,4% a 7.940,15.

In Europa, il CAC 40 di Parigi è salito dello 0,5%, il DAX 40 di Francoforte lo 0,8% e il FTSE 100 di Londra lo 0,6%.

Il PMI manifatturiero della zona euro ha raggiunto 44,2, in miglioramento rispetto al 43,1 di ottobre, ma ancora al di sotto della linea di 50 punti che separa la crescita dalla contrazione, indicando un rinnovato deterioramento delle condizioni economiche nel settore.

Inoltre, il PIL italiano è cresciuto dello 0,1% su base trimestrale e annuale nel terzo trimestre, rallentando la crescita sequenziale, ha riferito venerdì l’Istat.

L’economia italiana è migliorata dello 0,1% nel terzo trimestre dopo essere cresciuta regolarmente dello 0,3% nel trimestre precedente.

Nel listino principale di Piazza Affari, CNH Industrial resta al primo posto con un progresso del 2,0%. Giovedì S&P Global Ratings ha aumentato i rating di credito a lungo termine della società e della sua controllata, CNH Industrial Capital LLC, a “BBB+” da “BBB”, ha annunciato la società.

Anche l’agenzia di rating del credito Standard & Poor’s ha confermato il proprio rating di credito a breve termine ad “A-2”.

Inoltre, S&P Global Ratings ha aumentato i rating a livello di emissione di CNH Industrial e delle sue controllate industriali, nonché i rating a livello di emissione del debito senior non garantito di CNH Industrial Capital LLC, a “BBB+” da “BBB”, ha affermato CNH in una nota. .

Segue Prysmian, in verde, in rialzo dello 0,9%, dopo aver annunciato giovedì di essersi aggiudicata un ordine del valore di circa 850 milioni di euro da Eastern Green Link 1 Limited per la fornitura di sistemi in cavo per un importante progetto di sviluppo della rete nazionale tra Scozia e Inghilterra .

Bene Tenaris con un incremento dell’1,8%. La società ha annunciato giovedì di aver completato l’acquisizione di Mattr – MATR.TO – per la sua attività di rivestimento di tubi per 182,6 milioni di dollari, compreso il capitale circolante stimato e 16,9 milioni di dollari.

READ  Sportcourt: i cronometristi percorreranno la stessa distanza degli uomini alla prossima Coppa del Mondo | gli sport

Intesa Sanpaolo – in rialzo dello 0,8% – ha annunciato giovedì di aver ricevuto la decisione finale della BCE sui requisiti patrimoniali da soddisfare a livello consolidato dal 1° gennaio 2024, a seguito dei risultati del processo di revisione e valutazione prudenziale.

Il requisito patrimoniale totale da soddisfare rispetto alle azioni ordinarie Tier 1 è del 9,32%. Al 30 settembre 2023, i coefficienti patrimoniali consolidati di Intesa Sanpaolo erano pari al 13,6% per il coefficiente azionario ordinario Tier 1 e al 19,2% per il coefficiente patrimoniale totale.

La BCE ha deciso che a partire dal 1° gennaio 2024 BPER Banca dovrà mantenere un coefficiente patrimoniale minimo in termini di Tier 1 Common Equity Ratio pari all’8,54% su base consolidata, costituito dalla somma del requisito minimo legale di Tier 1 pari al 4,5%. , un requisito aggiuntivo del Pilastro II dell’1,38%1 e un requisito di riserva combinato del 2,66%2, mentre il requisito patrimoniale minimo totale deve essere del 13,11%.

Al 30 settembre il coefficiente di capitale iniziale 1 era pari al 14,9% e il coefficiente di capitale iniziale totale era pari al 18,6%.

Nelle mid-cap Fincantieri perde lo 0,2%. Fincantieri ha annunciato venerdì di aver perfezionato i termini per l’acquisizione del 100% di Remazel Engineering dal Gruppo Industriale Advanced Technology, per un corrispettivo basato su un enterprise value di 78 milioni di euro. Si prevede che sarà completato nel primo trimestre del 2024.

Technogym continua a guidare con un aumento del 5,7%, seguita da Verity con un aumento del 2,7%.

Il titolo Seco è salito del 2,1% dopo il rialzo registrato durante la notte. L’azienda ha annunciato giovedì di aver stipulato un nuovo accordo commerciale con un produttore leader a livello mondiale di macchine da caffè completamente automatiche, progettate per uso domestico e professionale. L’azienda prevede che il progetto ottenuto genererà ricavi superiori a 50 milioni di euro nel biennio 2024-2025.

Le azioni CISA sono aumentate dello 0,9%. La società ha annunciato giovedì di aver firmato un accordo di partnership con Gelify, attraverso BDX, una filiale del gruppo Base Digitale, per sviluppare una piattaforma finanziaria aperta nel settore della gestione patrimoniale attraverso la creazione della joint venture DataCoreX, controllata al 66% da BDX. e il 34% da Gelify, con l’obiettivo di ampliare la gamma di prodotti e soluzioni per il mercato dei servizi finanziari.

READ  Il produttore di succhi biologici della Calabria cresce in controtendenza

Sul fronte delle small cap, Greenthesis – in rosso del 2,1% – ha annunciato giovedì che Agromet Barbianello Srl, sua società interamente controllata e di recente costituzione, ha completato l’acquisto del ramo d’azienda Società Agricola di Alfalfa Energia Srl.

Al ramo d’azienda, il cui prezzo è stato fissato dalle parti a circa 3,2 milioni di euro, è associato un fatturato annuo di oltre 2,0 milioni di euro.

Zucchi – in verde del 3,2% – ha dichiarato giovedì che il consiglio di amministrazione ha approvato il resoconto sullo stato di avanzamento dei nove mesi al 30 settembre, con un utile di 2,9 milioni di euro per i nove mesi, rispetto a 1,4 milioni di euro per i nove mesi. Lo stesso periodo nel 2022.

Banca Profilo – in verde a 0,21 euro – ha annunciato giovedì che Arepo BP Spa, azionista di controllo della società e capogruppo bancaria del gruppo Banca Profilo, e Twenty First Capital, hanno raggiunto un accordo per una proroga fino al 20 marzo, 2024 del termine ultimo per l’avveramento dei presupposti previsti dal Contratto iniziale di compravendita di alcune azioni Banca Profilo rappresentanti il ​​29% del capitale, dedotte le azioni proprie.

Tessellis – in verde dello 0,5% – e GO Internet – teoricamente in crescita del 22% – hanno siglato un accordo per realizzare un accordo di investimento di Tessellis in GO Internet.

Tessellis, attraverso un potenziale veicolo societario, acquisterà un credito commerciale da OpNet su GO Internet e parteciperà ad un aumento del capitale sociale riservato di GO Internet mediante compensazione di tale credito, fino ad un massimo di circa 3,4 milioni di euro ad un prezzo per azione in euro. 0,00162.

Per effetto della sottoscrizione dell’aumento di capitale riservato, Tessellis acquisirà indirettamente una quota di maggioranza di GO Internet e, a seguito di un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle azioni di tale società, sarà promossa la delisting delle azioni GO Internet.

Tra le PMI, H-Farm – in verde con l’1,9% – ha riferito giovedì di aver chiuso l’anno al 31 agosto con una perdita di 8,9 milioni di euro, rispetto all’utile di 17,7 milioni di euro dell’anno precedente. Nell’intero anno il valore della produzione è stato pari a 36,1 milioni di euro, in calo rispetto ai 45,2 milioni di euro del 2022.

READ  Il napoletano Davide apre un'attività di street food italiano: “La salsa di pomodoro è nel mio sangue”

Le azioni della Società Editoriale Il Fatto sono scambiate a 0,31 euro dopo un’apertura del 2,6%. Il Consiglio di Amministrazione giovedì ha approvato l’aggiornamento del piano industriale consolidato per gli anni 2024-2026.

A seguito dell’ingresso della controllata Loft Produzioni Srl nell’ambiente del Gruppo nel dicembre 2022, il piano esprime i valori unitari del Gruppo.

Mondo TV France – 2,0% in rosso – e Mondo TV Suisse – 2,3% in verde – hanno annunciato giovedì che le rispettive assemblee straordinarie degli azionisti hanno approvato la fusione di Mondo TV Suisse in Mondo TV France.

Pertanto, il Consiglio di Amministrazione stima un primo CAGR per il triennio 2024-2026 dei ricavi consolidati delle vendite e delle prestazioni pari al 14,9%, a fronte di un CAGR stimato per il triennio 2023-2025 pari al 15,3%.

A New York l’indice Dow Jones ha chiuso in rialzo dell’1,5% a 35.950,89 punti, l’indice Standard & Poor’s ha chiuso in rialzo dello 0,4% a 4.567,80 punti, mentre l’indice Nasdaq ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 14.226,22 punti.

Tra le valute, l’euro era scambiato a 1,0887 dollari USA contro 1,0905 dollari USA alla chiusura dei mercati azionari europei giovedì, mentre la sterlina britannica era scambiata a 1,2649 dollari USA contro 1,2642 dollari USA giovedì sera.

Il greggio Brent è valutato a 80,90 dollari al barile, rispetto agli 80,83 dollari al barile alla chiusura di giovedì. Nel frattempo, l’oro vale 2.043,40 dollari l’oncia, rispetto ai 2.038,51 dollari l’oncia di giovedì sera.

Il calendario macro di venerdì include i dati PMI manifatturieri statunitensi alle 15.45 CET, mentre il numero uno della Fed Powell parlerà alle 17.00 CET. Alle 19.00 CET fu pubblicato il rapporto Baker Hughes. Il rapporto COT sarà pubblicato venerdì alle 21.30 CET, come di consueto.

Di Chiara Bruschi, giornalista di Alliance News

Commenti e domande a [email protected]

Copyright 2023 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24