Roma torna a comunicare con Bruxelles

Il nuovo governo italiano dalla mentalità europea, che ha prestato giuramento giovedì a Roma, ha immediatamente ottenuto un beneficio finanziario di centinaia di milioni di euro. All’inizio della prossima settimana il premier Conte chiederà la fiducia al Parlamento, ma i mercati finanziari gliel’hanno già data. Gli interessi che l’Italia paga sul suo massiccio debito nazionale sono scesi al livello più basso degli ultimi mesi. Con un totale degli interessi preventivati ​​quest'anno pari a circa 64 miliardi di euro, ogni decimo di punto percentuale di calo fa risparmiare centinaia di milioni all'erario.

Una ricetta convincente per il problema cronico dell’Italia – quasi due decenni di crescita vacillante – non è ancora sul tavolo. Ma è chiaro che il nuovo governo non vuole più cercare lo scontro diretto con Bruxelles, come auspicato dall’uomo forte del precedente governo, il vicepremier Matteo Salvini. Il dito medio alzato è stato sostituito da una mano tesa.

Ciò è già evidente attraverso l’uso delle parole. La bozza di programma del governo prevede che l'Italia continuerà a perseguire una “politica economica espansiva” ma “senza mettere a repentaglio l'equilibrio delle finanze pubbliche”.

Leggi anche
Cambiamento politico in Italia dopo quattordici mesi di populismo

La nuova tendenza si riflette anche nelle persone che devono attuare i piani. La prima decisione del Consiglio dei ministri è stata quella di nominare commissario europeo l'ex primo ministro Paolo Gentiloni, un peso massimo della politica. Il nuovo ministro dell'Economia, spina dorsale del negoziato sul bilancio con la Commissione europea, è Roberto Gualtieri, così come Gentiloni del Pd di centrosinistra. I partner della coalizione del Movimento Cinque Stelle (M5S) sembrano lasciare al Partito Democratico i contatti finanziari ed economici con l’Europa. Gualtieri è stato membro del Parlamento Europeo e Presidente della Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo. È di casa a Bruxelles ed è rispettato da amici e nemici.

READ  Trasferimenti ciclistici 2024 Panoramica: Bonifazio chiude le porte all'Intermarché-Circus-Wanty

Buone intenzioni

“Questa scelta rappresenta una chiara dichiarazione pro-europea da parte della nuova coalizione ed è stata immediatamente appoggiata da Christine Lagarde, il prossimo presidente della Banca centrale europea”, ha scritto Paolo Pizzoli, economista di ING. In una breve analisi. Ciò conferma il “nuovo approccio costruttivo verso l'Europa”, secondo Pezzoli, che ha osservato che il nuovo governo insiste anche sulla necessità di modificare le regole di bilancio europee.

È positivo che il nuovo governo voglia farlo in collaborazione con le istituzioni europee, ha scritto nella sua analisi la società di rating Standard & Poor's. Ma tutte queste buone intenzioni non sono ancora un motivo per alzare il rating creditizio dell'Italia. Perché il nuovo governo potrà partire con il vento, ma il percorso è fondamentalmente arduo.

Leggi anche
Conte: La nuova stagione inizia dopo la separazione dal precedente governo italiano

Giovedì Giuseppe Conte ha tenuto un breve discorso dopo l'incontro con il presidente della Repubblica.

Dietro questa crescita vacillante si celano una serie di problemi cronici. Il pagamento degli interessi sul debito nazionale, che ammonta a circa il 132% del PIL, il più alto dell’Unione Europea dopo la Grecia, impone un onere enorme alle casse del Tesoro. Il paese continua a soffrire di disoccupazione al 9,9%, povertà (10% nel sud), bassa produttività del lavoro, livello di istruzione relativamente basso, onere finanziario relativamente elevato per coloro che pagano le tasse, burocrazia governativa inefficiente, giustizia lenta e corruzione. . Le infrastrutture sono obsolete sotto molti aspetti, la tradizione della corruzione, l'influenza nascosta nel sistema economico delle mafie, il divario Nord-Sud.

Il peso degli interessi italiani pesa sul Tesoro

Il premier Conte presenterà il programma ufficiale all'inizio della prossima settimana, ma i punti principali sono chiari nella bozza pubblicata martedì. Alcuni piani costano poco o niente. Un governo che gode della fiducia internazionale spende meno in benefici. Una maggiore efficienza può portare a enormi miglioramenti. Ma la maggior parte dei piani governativi costa denaro.

READ  Il filosofo politico e editorialista di "De Morgen" Anton Jäger raccoglie articoli recenti

Le tasse sul lavoro devono essere ridotte, deve esserci un salario minimo e il governo vuole investire in infrastrutture, istruzione e alloggi e promette riforme radicali. Nuovo accordo verde. Occorre sviluppare un piano di investimenti separato per il Sud (che ha il maggior numero di ministri nel nuovo governo).

Tutte queste spese dovranno essere in parte coperte contrastando l'evasione fiscale e imponendo una nuova tassa sulle multinazionali che operano su Internet, ma ciò non basterà. Conte spera che Bruxelles accetti un leggero aumento del deficit se la spesa aggiuntiva non sarà utilizzata per i consumi, ma per gli investimenti.

Si tratta di una discussione difficile, soprattutto perché secondo gli accordi esistenti è necessario ridurre 23 miliardi di dollari per evitare un aumento dell'imposta sul valore aggiunto. A garanzia di Bruxelles, i governi precedenti hanno concordato di aumentare automaticamente l’IVA nel caso in cui determinati obiettivi di bilancio non fossero stati raggiunti. Conte vuole impedire un simile aumento, perché sarebbe disastroso in un Paese che è già sull’orlo della recessione.

“Il governo M5S e il Partito Democratico dovranno affrontare seri problemi nell'attuazione dei loro piani”, avverte Aline Schuiling, economista della ABN Amro Bank. Soprattutto se a Bruxelles tutto resta invariato e vengono mantenute le attuali regole del Patto di crescita e stabilità. A Roma si spera che con la nomina di una nuova commissione queste regole vengano riviste e ci sia più spazio di manovra. Ma anche il M5S e il Partito Democratico devono riuscire a superare la loro animosità di lunga data. Nel preparare il nuovo bilancio, devono dimostrare di essere d’accordo su più questioni oltre alla necessità di evitare nuove elezioni anticipate.

READ  COVID-19 - Greenpass e boccaglio non saranno più disponibili dal 1 maggio



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24