Tre morti causate dalle erbe pericolose presenti nei medicinali: cosa sono e come evitarle?

L'Istituto Nazionale per la Sanità Pubblica e l'Ambiente (RIVM) ha messo in guardia questa settimana su tre erbe presenti negli integratori alimentari e nelle medicine alternative. Perché queste erbe possono essere così pericolose e in cosa?

La settimana scorsa il RIVM ha improvvisamente lanciato l'allarme contro le erbacce Huperzia serrata, Tabernanthe iboga e Aswagandha (Withania somnifera). Queste tre componenti della medicina alternativa provocano da anni situazioni pericolose, sia qui che all'estero.

Perché questo avvertimento adesso?

Perché mettere in guardia ora sui prodotti che sono sul mercato da molto tempo? “Abbiamo appena concluso la nostra ricerca su queste erbe”, spiega la tossicologa Linda Razenberg del RIVM. “Le nostre analisi dei rischi mostrano che tutte e tre le erbe possono avere gravi effetti avversi, anche se si assume la quantità esatta della confezione.”

Che tipo di erbe sono?

Ashwagandha (Withania somnifera), detta anche ciliegia invernale o ginseng indiano, è venduta in grandi catene come Kruydvat e Holland & Barrett. Puoi acquistarlo sotto forma di polvere, estratto o pillola. Alcune persone ne ricavano il tè. Tutte queste applicazioni dovrebbero avere più o meno lo stesso effetto: meno stress, un effetto calmante (anche antinfiammatorio) e un “senso di equilibrio”.

Questa erba deve la sua popolarità all'Ayurveda, una medicina alternativa originaria dell'India che è diventata sempre più popolare in Occidente. Secondo RIVM, i medici hanno: Avvelenamento e danni al fegato menzionato. Poiché l’erba veniva tradizionalmente utilizzata per indurre l’aborto spontaneo, il RIVM consiglia anche alle donne incinte in particolare di “non utilizzare prodotti contenenti questa erba durante la gravidanza”.

Allucinazioni per diversi giorni dovute all'iboga

READ  La scienza: le coppie che bevono insieme sono più felici

Tabernanthe iboga, spesso chiamata iboga, è centrale in alcuni rituali della religione Bwiti nell'Africa centro-occidentale. Durante questo rituale, i partecipanti hanno allucinazioni per ore o giorni. Ansia, nausea e vomito sono normali. Nei Paesi Bassi, alcune persone assumono l'iboga (spesso in forma liquida) in una piccola dose; Questo ti aiuterà a concentrarti.

È stato dimostrato che questi fattori possono disturbare il ritmo cardiaco, motivo per cui, secondo il RIVM, “nei Paesi Bassi sono stati segnalati diversi decessi”. Le persone possono anche sperimentare psicosi e crisi epilettiche dopo aver usato l'iboga.

L'Huperzia serrata, da cui viene estratta l'Huperzina, si trova negli integratori alimentari. Si dice che sia particolarmente benefico per il cervello e quindi prevenga la perdita di memoria e persino il morbo di Alzheimer.

Tuttavia, il RIVM è giunto alla conclusione che le persone possono soffrire di disturbi quali debolezza muscolare, crampi addominali, diarrea, visione offuscata e paralisi. Esistono anche prove che l'Huperzia serrata è dannosa per il feto.

Queste erbe si trovano nei prodotti normali?

“Non sappiamo esattamente quante persone usano queste erbe”, dice Razenberg. “Ma vediamo che l'ashwagandha, ad esempio, è in vendita nei negozi, oltre che come tè. Quindi la nostra impressione è che questo sia quello più comunemente usato. Tuttavia, non hai solo questa roba nella tua borsa cassetto della cucina Viene utilizzato principalmente negli integratori e non si trova negli alimenti.

Le vendite saranno limitate?

Sebbene il RIVM conduca solo ricerca, questa viene svolta per conto del Ministero della sanità, della previdenza sociale e dello sport (VWS). “Quindi è possibile che decidano di vietare in base ai nostri risultati”.

READ  Un verme galattico sta divorando la galassia, o almeno così sembra

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24