Austria non vaccinata chiusa a tempo indeterminato • Grapperhaus: il controllo del codice QR non è ancora sufficiente

Una portavoce della rete regionale per le cure acute ha dichiarato all’agenzia di stampa ANP che gli ospedali della regione di Zwolle non possono più effettuare sempre le cosiddette “cure critiche pianificabili” in tempo.

Nella regione, la cura della corona viene “espansa” a spese delle cure regolari. “In particolare, gli interventi chirurgici dovrebbero essere annullati”, ha detto la portavoce. Secondo lei si tratta anche di interventi che dovrebbero avvenire entro sei settimane. Non è chiaro quanti ospedali stiano partecipando nella zona.

L’assistenza critica pianificata è un’assistenza che deve essere fornita entro sei settimane per prevenire danni alla salute del paziente. Questo potrebbe essere, ad esempio, la rimozione di un polipo dopo che a qualcuno è stato diagnosticato un cancro al colon. Ieri, l’autorità sanitaria olandese ha riferito che dodici ospedali nel Paese non sono più o sempre in grado di fornire le cure pianificate in modo tempestivo. Secondo NZa, all’epoca questo status non si applicava ancora all’area di Zwolle.

Secondo i dati dell’autorità, ora ci sono solo due regioni in grado di fornire cure critiche pianificabili entro sei settimane. Queste sono le regioni dell’Euregio (Twente e East Achterhoek) e dell’Olanda centrale (Utrecht).

READ  Dante non era affatto un politico brillante

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24