“I termini di rimborso per i farmaci per l’emicrania sono molto severi”.

Tuttavia, non è ancora soddisfatta del consiglio. Se spetta a Koelewijn, più persone dovrebbero avere diritto al risarcimento. Per questo oggi ho iniziato una collaborazione con Hoofdpijnnet, una rete per le persone che soffrono di emicrania e altri tipi di cefalee croniche, petizione per modificare i termini.

Perché Koelewijn dà ad altri pazienti lo stesso sollievo attraverso i farmaci. Prima che venissero usati gli inibitori, la sua vita sembrava molto diversa. “Nei giorni precedenti l’attacco, ho iniziato ad avere problemi di concentrazione, mi arrabbiavo facilmente, non riuscivo a trovare le parole e avevo formicolii su un lato del mio corpo nella lingua e nelle dita”.

esausto

Quando iniziò l’attacco, Koelewijn soffriva di forti mal di testa e vomito ed era sensibile alla luce e al suono. “E non hai idea di quando si fermerà.” Dopo questo attacco, era esausta. “Quindi, se lo facessi un paio di volte, saresti impegnato tutto il mese.”

È un mondo oscuro in cui viviamo, dice Quillwin. “Le emicranie sono molto più di un semplice mal di testa. È una condizione genetica e neurologica che rende quasi impossibile contrastare perché non si sa mai quando si avrà un altro attacco”.

NOS op 3 in precedenza ha reso questo speciale mentre senti per te stesso come potrebbe sentirsi un attacco di emicrania:

READ  Nuove domande sull'immunità di gregge e la vaccinazione obbligatoria toccano l'essenza della convivenza

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24