I vantaggi climatici della crisi di Corona sono già scomparsi e il governo dovrà adottare misure aggiuntive

I guadagni climatici causati dalla crisi del coronavirus sono già stati ampiamente invertiti nei Paesi Bassi. La scorsa primavera, le emissioni di gas serra erano vicine ai livelli pre-crisi. Quale Rapporti del Central Bureau of Statistics (CBS) Mercoledì. Le emissioni di gas serra sono state dell’11% superiori nei mesi da aprile a giugno rispetto allo stesso periodo del 2020. A quel tempo, erano in vigore rigide misure di blocco in tutta Europa.

L’aumento delle emissioni rende sempre più difficile per i Paesi Bassi raggiungere l’obiettivo climatico del 2030. Entro la fine di questo decennio, la CO2Le emissioni sono quasi dimezzate rispetto all’anno di riferimento 1990; La nuova legislazione europea è più severa.

Inoltre, con questi dati sulle emissioni, lo stato olandese non sembra conformarsi alla sentenza della Corte Suprema nel caso Urgenda, che già chiede una significativa riduzione di CO2 prima del 2020.2emissioni previste. Fondazione Urgenda annunciata a giugno Lei chiederà una punizione Quando lo Stato non soddisfa i requisiti del tribunale.

La crisi di Corona ha causato una diminuzione senza precedenti delle emissioni di gas serra in tutto il mondo. Nei Paesi Bassi, le emissioni sono state inferiori del 9% nel 2020 rispetto all’anno precedente, RIVM segnalato all’inizio di questo mese. Questo è il calo annuale più forte di sempre.

morbido inverno

Questo declino nazionale è stato causato in parte dalla crisi di Corona. Di conseguenza, furono messe in servizio meno automobili e la produzione delle industrie pesanti si ridusse. Inoltre, in condizioni di mercato invernale per le centrali elettriche a carbone – che contengono molta anidride carbonica2 emettere – sfavorevole. Le centrali elettriche non erano in grado di competere con la concorrenza a causa dei prezzi bassi del gas naturale in quel momento e dell’emergere di complessi di energia eolica e solare. Inoltre, l’inverno del 2020 è stato così mite che gli olandesi non si sono scaldati molto.

READ  Centinaia di migliaia di persone con problemi immunitari non sono immuni dopo la vaccinazione

L’anno scorso, gli scienziati del clima e gli economisti speravano che la crisi della Corona avrebbe portato a un addio accelerato ai combustibili fossili, soprattutto se il sostegno della Corona da parte dei governi fosse interpretato come una “ripresa verde”. Tuttavia, queste misure di sostegno sostenibili in gran parte non si sono concretizzate. All’inizio di quest’anno, monitor come l’Agenzia internazionale per l’energia hanno avvertito che l’anidride carbonica globale2Riprenderai immediatamente le emissioni, In modo che il riscaldamento globale continui senza ostacoli.

Emissioni come al solito

I dati pubblicati oggi da Statistics Netherlands mostrano che questo scenario si sta verificando nei Paesi Bassi. L’industria pesante si sta riprendendo dalla crisi del Corona, ma sta ancora producendo quanto prima. Inoltre, la temperatura era contro: la primavera 2021 è stata fredda. Di conseguenza, le case e le aziende hanno bruciato più gas naturale per il riscaldamento e le luci nelle serre sono state accese più spesso a causa del clima cupo.

da (temporaneo) Numeri RIVM Nel 2020, lo stato olandese potrebbe essersi impegnato per poco a pronunciarsi sul caso Urgenda. La corte suprema considera una riduzione del 25% dal 1990 come il minimo per ridurre il rischio di cambiamento climatico. Espresso in tonnellate di anidride carbonica2 Ai Paesi Bassi è stato consentito di esportare un massimo di 166 milioni di tonnellate nel 2020; Il contatore si è fermato a 164,5 milioni di tonnellate. Quindi la crisi di Corona è stata un guadagno senza precedenti per il governo, che ha adottato poche misure drastiche negli ultimi anni per conformarsi alla sentenza di Urgenda.

READ  Il comportamento è ancora difficile da prevedere

L’urgenza è inutile

Tuttavia, i nuovi dati dell’Ufficio centrale di statistica rendono plausibile che le emissioni nazionali quest’anno supereranno il livello al quale i rischi del cambiamento climatico sono ancora accettabili. Nel secondo trimestre del 2021, le emissioni di gas serra sono aumentate di 3,9 milioni di tonnellate rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. All’inizio del 2021, le emissioni quindi è più alto di un anno fa. Questi numeri mostrano che l’obiettivo di Urgenda è fuori portata nelle attuali condizioni economiche.

La sentenza di Urgenda rimarrà in vigore dopo il 2020. Il ministro di Stato uscente Dylan Yechelgos (Affari economici e clima, VVD) La Camera dei Rappresentanti ha scritto a giugno quella compagnia2Un taglio di almeno il 25 per cento anche nel 2021 e poi “deve”. Un anno fa, l’Agenzia olandese per la valutazione ambientale ha avvertito che avrebbe dovuto affrontare un nuovo governo Sarà difficile soddisfare questo requisito nei prossimi anni.

Misure contro le centrali elettriche a carbone

Il predecessore di Yesilguz, il ministro dimissionario Eric Webbs (VVD), ha preparato misure in tal senso contro le centrali elettriche a carbone. Questa è una legge che limita temporaneamente la produzione di due centrali elettriche a carbone olandesi e un arresto guidato di una terza centrale elettrica a carbone. Legge È stato adottato dal Senato a luglio e non si sa ancora quando entrerà in vigore. Da quasi un anno sono in corso trattative con il proprietario per la chiusura del terzo stabilimento.

Yesilgöz ha già suggerito nella sua lettera che CO2Le emissioni “a breve termine” si dimostreranno molto elevate. Il ministro degli Esteri ha scritto che le ulteriori misure climatiche che il dipartimento sta considerando sono rivolte principalmente al 2030.

READ  Mezzo miliardo di persone soffrono di diabete. Molti non lo sanno - Wel.nl

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24