Il parente umano arcaico Australopithecus sediba “camminava come un uomo, ma si arrampicava come una scimmia”

La lordosi è (tra le altre cose) la flessione in avanti della colonna lombare e delle vertebre lombari, ed è comunemente usata per dimostrare i principali adattamenti del bipedismo e della deambulazione bipede.

Con una colonna vertebrale più completa e l’eccellente condizione dei fossili, il nuovo studio ha scoperto che la lordosi un. Sediba In realtà era più ovvio di chiunque altro Australopiteco che abbiamo scoperto una volta e che la curvatura della colonna vertebrale è stata superata solo dalla curvatura trovata nella colonna vertebrale del ragazzo Turkana di 1,6 milioni di anni, ospite stellare gay Dal Kenya, e in alcuni umani moderni.

La presenza di lordosi e altre caratteristiche della colonna vertebrale sono evidenti adattamenti al camminare su due gambe, ma altre caratteristiche, come i grandi processi trasversali diretti verso l’alto, suggeriscono muscoli forti sul tronco, forse per arrampicarsi e vivere sugli alberi”, ha detto. Gabriel Russo, professore di antropologia evolutiva alla Stony Brook University e uno degli autori del nuovo studio.

I forti processi trasversali ascendenti o processi trasversali di solito si riferiscono a muscoli pettorali forti, come quelli osservati nelle grandi scimmie. “Se è combinato con altre parti dell’anatomia del busto, è indicativo di esso un. Sediba “Evidenti adattamenti per l’arrampicata”, ha detto Shahid Nala, professore all’Università di Johannesburg e alla Wits University, specializzato in costole e ricercatore del nuovo studio.

READ  Perché le città percepiranno il cambiamento climatico più velocemente e più duramente?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24