L’Ajax fa le valigie e lascia il Portogallo subito dopo il contagio da Corona

Selezione Ajax durante l’allenamento in Portogallo.Foto fisse professionali / Marcel van Dorst

L’Ajax si allenerà domenica in Algarve contro il croato Hajduk Split per poi tornare a casa. Il volo di ritorno è stato ora presentato a causa dell’epidemia di Corona all’interno del gruppo. Il numero di casi positivi rimane poco chiaro, ma martedì è stato sicuramente effettuato almeno un test positivo.

“Al fine di prevenire un’epidemia e per iniziare la seconda metà della stagione, domenica 16 gennaio contro l’FC Utrecht, l’Ajax non vuole correre rischi”, ha dichiarato il club sul proprio sito web. Per questo si è deciso di tornare ad Amsterdam mercoledì da un punto di vista preventivo”.

L’Ajax non discute il numero degli infortuni all’interno della selezione e dello staff. Secondo il club, in albergo sono stati raggiunti “alcuni risultati positivi”. “Del gruppo di oltre sessanta persone, composto da giocatori e staff, tutti sono risultati negativi. Questi test sono stati effettuati poco prima della partenza per il Portogallo”.

Durante la seduta di mercoledì in Portogallo, quasi tutti i giocatori erano in campo. L’unico elenco mancante era Dane Victor Jensen. Non è chiaro se la sua assenza sia correlata al virus o a un (minore) infortunio. I giocatori e lo staff dell’Ajax dormono separatamente e cenano in piccoli gruppi. Inoltre, i giocatori sono stati costantemente testati.

READ  Covid-19: la stragrande maggioranza dei casi ora equivale a un forte raffreddore. Omicron provoca una malattia lieve

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24