L’ultima opera d’arte di Berlusconi: vuole diventare presidente dell’Italia

“Sono ancora più imbarazzato per l’Italia di quanto non lo fossi già”, ha detto l’ex giudice penale Piergamillo Davico al canale televisivo italiano La7 questa settimana quando gli è stato chiesto cosa pensa che Berlusconi voglia come presidente.

Davico è stato per molti anni un rabbioso attivista anticorruzione, e spesso ha incontrato Berlusconi in quel ruolo. Il Primo Ministro è stato in grado di assolversi da diversi casi o raggiungere un accordo. Ma sono ancora molte le cause pendenti contro di lui. Uno riguarda le serate piccanti a casa con le giovani prostitute.

Lui può

“Tuttavia, formalmente parlando, non c’è motivo per cui non dovrebbe essere presidente”, ha detto Davico in televisione. “Moralmente sì. È stato anche punito per evasione fiscale. Come può dire ai cittadini di pagare le tasse?”

Il 3 febbraio scade il mandato di sette anni dell’attuale presidente della Repubblica Sergio Materella. A differenza del suo predecessore Giorgio Napolitano, che ha trascorso due anni a 90 anni a causa di disordini politici nel suo paese, Maderella (80) vuole davvero partire. Recentemente stava cercando un’altra casa a Roma.

I rappresentanti del parlamento e di venti regioni eleggono il nuovo presidente. Se perde con una maggioranza di due terzi nei primi tre turni, sarà sufficiente la metà più una maggioranza. Silvio Berlusconi ha una possibilità.

Niente più voti

I partiti di destra (la sua stessa Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia) sembrano appoggiare Berlusconi. Con cinquanta o più dei 1.000 aventi diritto alla presidenza, Berlusconi potrebbe raggiungere una maggioranza così ridotta.

Questa settimana, l’ex primo ministro Matteo Renzi ha annunciato che il suo partito più piccolo potrebbe sostenere Berlusconi. Tuttavia, ha detto di aver visto alcune obiezioni. Anche alcuni legislatori del Movimento 5 Stelle vogliono sostenere Berlusconi.

READ  Serie impressionante dell'Italia dopo 37 (!) partite: Spagna fortissima a Milano

leggi favorevoli

Berlusconi ha promulgato otto leggi durante i suoi tre mandati come primo ministro, ognuna volta a proteggere se stesso, i suoi amici o le sue aziende dalle cause legali.

Il suo stile è mediogeno, ma come primo ministro è stato inutile e certamente non vincolato. Fuori dall’Italia, l’era del Berlusconi stilizzato è stata considerata finita per molti anni, ma lui è ancora il capo indiscusso del suo partito e ora membro del Parlamento europeo.

Tuttavia, è caduto per la corona ed è finito in ospedale per più casi negli ultimi anni. Nelle ultime settimane ha avuto problemi di salute, il che significa che non può presentarsi in tribunale per uno dei casi pendenti.

Con impaziente attesa

Secondo Alessandro Sallusti, caporedattore del quotidiano BerlusconiGeint Libero, Berlusconi non vede l’ora di trovare un nuovo lavoro. “Mi ha detto che poteva farlo perché si dice che sia impossibile. Ecco perché ha così talento: fare l’impossibile”.

Questa non è certo una gara perché c’è chi all’interno dello stesso partito di Berlusconi non lo ritiene più appropriato.

Ancora Draghi?

E innumerevoli persone vengono annunciate come nuovi presidenti. Degni di nota sono l’attuale Primo Ministro Mario Draghi (74), l’ex Primo Ministro Romano Prodi (82) e Pierre Bernardino Cassini (65), un democristiano esperto.

Tracy, che è stata proposta durante la crisi di Corona e ha guidato un governo di coalizione di partiti di destra e di sinistra, è molto schietta.

Questo potrebbe anche essere il motivo per cui Berlusconi vuole davvero che Drake sia primo ministro, almeno fino al 2023. A beneficio dell’Italia. E dal candidato presidenziale.

READ  Anche gli sport invernali italiani sono in pericolo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24