Quanto sono dannose le sostanze chimiche? L'ente sanitario vuole maggiori conoscenze sulle conseguenze dell'esposizione

I Paesi Bassi dovrebbero misurare l'esposizione delle persone alle sostanze chimiche nel sangue e nelle urine. Quale Lui scrive Giovedì il Consiglio Superiore della Sanità ha dato il suo parere. Senza questi dati è difficile determinare in che misura le persone consumano dosi eccessive di sostanze con cui entrano in contatto ogni giorno, ad esempio attraverso i prodotti per la casa ma anche attraverso il cibo, l’acqua potabile e i medicinali.

“Ci manca un buon modo per verificare quanto sia efficace la politica e informazioni su come le sostanze si accumulano nel corpo”, afferma Marianne Gillegency, vicepresidente dell'ufficio sanitario. Ad esempio, gli scienziati del RIVM ora devono accontentarsi di stime e modelli basati su misurazioni nell’ambiente, nell’acqua potabile, nel cibo e, incidentalmente, nei prodotti di consumo, ma che producono “dati limitati”. Al massimo, le misurazioni sugli esseri umani vengono effettuate solo occasionalmente dopo disordini sociali, ad esempio intorno a fabbriche inquinanti come la società di produzione PFAS Chemours a Dordrecht.

Geleijnse spera di ottenere informazioni non solo sui danni alla salute causati da inquinanti noti come PFAS e piombo, ma anche sull’“esposizione cumulativa”. Talvolta è noto che le singole sostanze chimiche sono dannose e anche una combinazione di molte sostanze può causare danni alla salute del corpo umano. A lungo termine, un programma di misurazione può fornire informazioni sulle combinazioni dannose. Inoltre, ci sono gruppi a rischio di cui si sa poco, come gli abitanti di alcuni quartieri, i bambini o le donne incinte. Il RIVM stima che l’esposizione alle sostanze chimiche sul lavoro porti a una riduzione di 90.000 anni di vita sana, ma l’esatto carico di malattia è difficile da quantificare.

READ  Un ragno femmina rassicura il maschio prima dell'accoppiamento fingendosi morto | Scienze

grande buco

L'epidemiologa molecolare Jelle Vlaanderen dell'Università di Utrecht è “molto positiva” riguardo al parere dell'ufficio sanitario. “Al momento non esiste nulla che possa mappare l'esposizione alle sostanze chimiche nei Paesi Bassi. C'è una grande lacuna nelle nostre conoscenze sull'enorme quantità di sostanze chimiche prodotte, ma non sappiamo a quali concentrazioni le persone siano esposte e se vi siano alcune persone vulnerabili gruppi che assorbono troppo”.

I Paesi Bassi avevano precedentemente effettuato misurazioni strutturali tramite GGD, ma questo programma è stato interrotto nel 1997. Le sostanze più preoccupanti all'epoca, in particolare PCB e diossine, stavano diminuendo di concentrazione. A quel tempo il governo riteneva che i costi delle misurazioni strutturali non superassero più i benefici.

La produzione chimica mondiale è ormai quasi quadruplicata, mentre la supervisione è debole. All’interno dell’Unione Europea, solo i materiali con una produzione totale superiore a una tonnellata all’anno devono essere registrati e le aziende devono fornire test di sicurezza per l’ambiente e gli esseri umani. Nell’Unione Europea sono in uso circa 100.000 sostanze e i ricercatori hanno scoperto… calcolato Nel mondo sono presenti sul mercato 350.000 sostanze o miscele chimiche, di cui 50.000 hanno un'identità segreta e 70.000 non sono adeguatamente registrate. Si prevede che la produzione globale di oltre due miliardi di tonnellate triplicherà nuovamente entro il 2050.

Il RIVM stima che l’esposizione alle sostanze chimiche sul lavoro si traduca in una perdita di 90.000 anni di vita sana

impatto

Ma cosa fa esattamente per la salute? I collegamenti non mancano: gli scienziati vedono collegamenti tra l’esposizione a sostanze chimiche e danni al sistema endocrino, cancro e infertilità. Ma è difficile dimostrare una relazione causale, soprattutto perché ogni persona beve un cocktail diverso.

READ  Il secondo passerà da 9 miliardi di vibrazioni a un trilione o più in questo decennio

Le Fiandre affermano che è stato dimostrato che alcune sostanze presenti nell'ambiente causano il cancro. “Ma ci sono molte sostanze di cui non sappiamo nulla. Questa è la più grande lacuna di conoscenze in questo momento, ed è questo che mi preoccupa di più.” Inoltre, secondo le Fiandre, è difficile andare oltre: identificare insieme i gruppi di sostanze nocive Con nuovi metodi statistici, misurazioni strutturali e dati epidemiologici spera di scoprire insieme combinazioni di sostanze nocive.

“Insieme agli Stati Uniti e alla Germania, i Paesi Bassi sono stati leader nel monitoraggio dell’esposizione dei cittadini alle sostanze chimiche”, ha scritto l’ente sanitario nel suo parere. “Tuttavia, i Paesi Bassi sono andati contro la tendenza internazionale”.

Una portavoce del ministro uscente Pia Dijkstra (Assistenza medica) ha detto all'agenzia di stampa afghana di voler prima studiare il consiglio prima di rispondere. Si prevede di poterlo fare dopo il ritorno della Camera dei Rappresentanti dalla pausa estiva. Il vicepresidente del Consiglio sanitario Gilegency si aspetta che, dopo i successi ottenuti all'estero, questo consiglio venga ora preso in seria considerazione.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24