Questa è la prima immagine di un pianeta vicino a un’altra stella

Questo fine settimana celebriamo la scoperta del primo esopianeta trent’anni fa. L’immagine satellitare della settimana è questa istantanea 2M1207b. È la prima immagine in assoluto di un pianeta vicino a un’altra stella.

Prima di fotografare il primo esopianeta nel 2004, gli astronomi hanno trovato centinaia di altri esopianeti. perché lì Molti modi diversi per trovare esopianeti, come misurare se la luce di una stella sta svanendo (principalmente perché un pianeta sta bloccando parte della luce stellare) o vedere se una stella è traballante (a causa della gravità del pianeta). Ma perché non è stata scattata una foto di un esopianeta durante quei 12 anni?

Ci sono voluti dodici anni, perché è molto difficile fotografare un esopianeta. Questo si riferisce a tre punti: dimensione, distanza e luminosità. I pianeti sono molto piccoli rispetto alle stelle. Inoltre, la distanza tra i pianeti esterni e la Terra è di diversi anni luce, il che li rende quasi invisibili. Dopotutto, le stelle emettono luce, mentre i pianeti riflettono solo luce. La stella emette così tanta luce che un esopianeta scompare. Per fotografare il pianeta, la luce delle stelle deve essere spenta, ad esempio con una lima Coronagrafia – Ma poi l’esopianeta deve essere abbastanza grande e non orbitare molto vicino alla stella madre.

La prima foto di famiglia in assoluto
Nel 2004 siamo stati finalmente in grado di catturare un pianeta su una lastra sensibile. La foto è stata scattata Attraverso uno dei quattro grandi telescopi riflettenti del Very Large Telescope. Il pianeta 2M1207b orbita attorno a una stella nana bruna (2M1207). Una nana bruna è una stella fallita. Alla nascita non c’è abbastanza materiale per avviare la fusione dei protoni. Le nane brune non emettono luce, ma brillano solo di luce infrarossa.

READ  Inutilmente, i soppressori dell'acidità di stomaco spesso fanno una grande differenza con altre risorse

Il pianeta nella foto sopra è cinque volte più grande di Giove. La distanza tra la nana bruna e il massiccio pianeta simile a Giove è di circa otto miliardi di chilometri: 55 volte la distanza tra la Terra e il Sole e il doppio della distanza tra Nettuno e il Sole. Tale oggetto, infatti, soddisfa tutte le “condizioni” di cui al terzo comma. L’esopianeta è relativamente grande, c’è una grande distanza dalla stella madre e la stella stessa emette poca luce (o in questo caso nessuna), e alla fine la distanza dalla Terra è relativamente piccola: 160 anni luce.

Gli scienziati non possono ottenere immagini accurate del pianeta, ma possono utilizzare altre tecniche per saperne di più su 2M1207b. Nel 2016, gli scienziati hanno utilizzato il telescopio Hubble per mappare questo pianeta di dieci milioni di anni. L’atmosfera di un esopianeta è così calda che rocce e vetro si sciolgono, evaporano e ricadono sotto forma di “pioggia”. L’esopianeta impiega anche dieci ore per ruotare sul suo asse.

Prima immagine di più esopianeti vicino a una singola stella
Dalla prima immagine di un esopianeta, sono state realizzate più immagini di altri esopianeti. L’immagine più speciale qui sotto è l’immagine di una stella simile al sole TYC 8998-760-1 e due esopianeti. Questa immagine è stata scattata anche dal Very Large Telescope. “Questa stella è una copia molto piccola del nostro Sole”, ha detto il ricercatore Alexander Bonn. l’anno scorso. “Questa scoperta è un’istantanea di un ambiente molto simile al nostro sistema solare, ma in una fase iniziale di sviluppo”.

In futuro, potremmo vedere più immagini di esopianeti. Il telescopio James Webb sarà operativo questa estate. Questo è il più grande telescopio spaziale mai visto. Gli astronomi utilizzeranno senza dubbio questo telescopio spaziale per studiare le stelle vicine al fine di avvicinarsi alla risposta a una delle più grandi domande: siamo soli nell’universo?

Negli ultimi decenni, i telescopi spaziali e i satelliti hanno catturato bellissime immagini di nebulose, galassie, vivai stellari e pianeti. Ogni fine settimana rimuoviamo una o più fantastiche immagini spaziali dai nostri archivi. Ti piacciono tutte le foto? controlla su questa pagina.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24